Come rendere innovativa la tua casa in cinque mosse

Come rendere innovativa la tua casa in cinque mosse

Pulire la casa con un robot che si svuota da solo, accendere le luci in camera da letto quando si è ancora per strada, impostare la temperatura interna mentre si è a fare la spesa e regolare le telecamere di sorveglianza con un solo click sullo smartphone. No, non è frutto della vostra immaginazione, ma la realtà di chi ha deciso di rendere smart la propria abitazione. Da anni, infatti, la cosiddetta domotica, ovvero la scienza che si occupa dello studio delle tecnologie atte a migliorare la qualità della vita nei luoghi abitati, rappresenta ormai un must per tutti coloro che vogliano rendere la propria casa più innovativa, più connessa, con più comodità e più efficiente, con un maggior risparmio sia di tempo che di consumi.

Sensori, lampadine, robot per la pulizia, impianti di riscaldamento, elettrodomestici e chi più ne ha più ne metta: basta avere uno smartphone a portata di mano e il vostro sogno di accendere o spegnere questi dispositivi da qualunque posto vi troviate diventerà realtà. Ecco, allora, come rendere innovativa la propria casa in 5 mosse, con i device di ultima generazione che non bisogna assolutamente perdere.

Pulizia intelligente con il robot smart che si svuota da solo

Il primo dispositivo di cui dovrebbero dotarsi tutti coloro che vogliono rendere smart la propria casa è iRobot Roomba i7+, che fa tutto da solo. Si tratta, infatti, di un aspirapolvere robot che, dopo aver pulito tutte le stanze, o parti singole di queste, seguendo a memoria la planimetria della casa, svuota ogni volta, in automatico, il contenuto aspirato per poi ripartire la volta successiva senza alcun intervento da parte dell’utente. In altre parole, quando il ciclo di pulizia è terminato, il robot torna alla base di ricarica e svuota automaticamente lo sporco raccolto all’interno della cosiddetta Clean Base, che contiene l’equivalente di 30 contenitori raccogli polvere di Roomba pieni. Ideale per chi possiede animali domestici, è anche compatibile con Amazon Alexa e Google Assistant e permette di pulire stanze specifiche attraverso i comandi vocali, chiamandole semplicemente con il loro nome.

La sicurezza al primo posto con la security cam con riconoscimento facciale

Quando si parla di case intelligenti, si parla di case di più sicure. Esistono tantissimi dispositivi smart, come nel caso di Welcome, una nuova generazione di videocamere che avvisano direttamene il padrone di casa, tramite lo smartphone a cui sono connesse, se viene rilevato un intruso inviando una foto o un video del suo volto. Come? Grazie alla tecnologia di riconoscimento facciale, che inoltre aiuta anche a prendersi di cura di bambini o anziani che restano soli in casa e che si possono in questo modo controllare per sapere se stanno bene.

Specchio, specchio (connesso) delle mie brame

Grazie alla demotica anche gli specchi possono essere connessi. Ce ne sono alcuni che, via Bluetooth, si collegano all’app dedicata sullo smartphone, rilevando la luminosità che c’è nella stanza e riproducendola tramite i led installati sul contorno, per ridare un’immagine quanto più vicina alla realtà. Altri sono dotati di fotocamera in grado di scattare una foto al viso per analizzare l’eventuale comparsa di rughe e altre impurità. In questo modo, il dispositivo diventa un vero e proprio consulente personale di bellezza, di cui non si potrà più fare a meno.

Più caldo o più freddo con un solo click: i termostati intelligenti

Una casa non può essere definita smart senza un termostato di ultima generazione. Questi permettono di controllare a distanza con smartphone e tablet l’impianto di riscaldamento domestico, variando la temperatura interna a seconda delle proprie esigenze. Il tutto tramite l’app dedicata, come nel caso del termostato Netatmo, grazie al quale è possibile accendere o spegnere la caldaia, eseguire programmazioni settimanali, controllare la temperatura e variarla.

Mai più sorprese dal meteo con la stazione per il controllo del tempo in diretta

È una vera e propria chicca, che può tornare utile a tutti coloro che non amano le brutte sorprese quando si parla di meteo. Nelle case davvero innovative non può mancare la stazione meteo, come quella di Netatmo, per il controllo delle condizioni meteorologiche in tempo reale. Non solo, questo tipo di dispositivi misura anche la qualità dell’aria interna ed esterna, la concentrazione di CO2, l’inquinamento acustico e l’umidità. Connettendola via wi-fi al proprio smartphone, è possibile controllare tutti i dati rilevati dai suoi due sensori direttamente sull’app dedicata.

Fonte: Come rendere innovativa la tua casa in cinque mosse

Come rendere innovativa la tua casa in cinque mosse
Torna su

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi